venerdì 4 maggio 2018

Avventura nissena


Abbazia di Santo Spirito - Caltanissetta

Oggi mi affaccio nel blog perché voglio dare visibilità a un racconto, scritto per onorare una simpatica sfida,



ambientato in un posto a me particolarmente caro: il posto è l’Abbazia di Santo Spirito, luogo sacro in cui diciotto anni fa mi sono sposata, a Caltanissetta; il racconto è di un narratore dalla fantasia sfrenata che mescola realtà, fantasy, sci-fi e boh, qualcos’altro di non ascrivibile a un genere letterario, e tutte le volte mi fa dire (e lo dico in siciliano, vista l’atmosfera): “ma d’unni ci niscì?” 

Per sapere di più sull’Abbazia di Santo Spirito cliccate qui: è il collegamento alla pagina Facebook che io ho condiviso nel mio diario, da cui è nato tutto questo.

Per conoscere autore e racconto, invece, andate su Darius Tred - Retro Blog e scoprirete cosa ci fanno una scopa, una bilancia e una spazzola, in una notte di luna piena, dentro una chiesa normanna consacrata nel 1153.


Grazie Darius.

12 commenti:

  1. Grazie a te. Troppo buona.
    Ma traducimi il virgolettato siculo-nisseno-normanno “ma d’unni ci niscì?”

    Noi poracci, qui al norde, abbiamo avuto solo i longobardi a quei tempi, mica i normanni. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti scrissi in altri lidi, la traduzione letterale sarebbe: “ma da dove gli è uscito”, il significato metaforico è: “ma quanta fantasia c’ha questo ragazzo!” (solo che negli “altri lidi” sono stata diciamo... meno formale 😂)

      Elimina
    2. Io te lo traduco in calabro tirrenico: "'i dduve l'è isciutu?" :)

      Elimina
  2. Vado, leggo, torno.
    Vale,
    te visirum 😊😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siciliano, latino, in terra di Sicilia siamo multilingue! 😁

      Elimina
  3. Andiamo a comand... ehm, curiosare ;-)

    RispondiElimina
  4. L'Abbazia di Santo Spirito è un posto meraviglioso, sposarsi lì significa già un bel punto di partenza :)
    Grazie per la segnalazione, vado a curiosare da Darius. PS: bentornata, anche se solo a volo d'uccello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi è fuori città e questo accresce il suo fascino. 🙂
      Ogni tanto vengo a dare una spolverata, se noi, poi, quando torno, sai che seccatura togliere tutte le ragnatele! 😆

      Elimina