Fermare i pensieri in corsa, quando attraversano il nostro cervello; fissarli perché non si confondano nel caos di immagini quotidianamente registrate e di sensazioni assorbite mentre parliamo, osserviamo, percepiamo odori, ascoltiamo, mentre, cioè, i nostri sensi lavorano e noi inconsciamente li assecondiamo. Ecco, è questo ciò che faccio io portandomi dietro un taccuino: ce l'ho in borsa e se non è in borsa è in una tasca ma sempre con me, pronto a ricevere suggestioni, a raccogliere e conservare tutto quello che mi colpisce e non voglio vada disperso o dimenticato.

giovedì 25 maggio 2017

Sarà lei "la più amata"? - Lettura condivisa di Teresa Ciabatti


"È giusto obbedire alla notte" di Matteo Nucci, "Le otto montagne" di Paolo Cognetti e "La più amata" di Teresa Ciabatti.
Cos'hanno in comune questi romanzi?
Sono tre dei dodici semifinalisti del Premio Strega 2017.
Li ho citati perché uno, Nucci, l'ho letto, l'altro, Cognetti, voglio leggerlo, e il terzo, quello della Ciabatti, perché io e Sandra Faè abbiamo avuto una pensata qualche settimana fa, anzi un mese fa esatto: farne una lettura in contemporanea, visto che lei ne aveva parlato in un post e, in quella sede,  la proposta, nata da un commento, mi era sembrata interessante.

Non so cosa aspettarmi: so che la storia narrata ha dato adito a diverse discussioni, sulle quali però non mi sono soffermata per evitare di condizionare il mio giudizio. Mi sono documentata giusto sulla trama, adesso voglio scoprire se il libro si sia meritato la selezione della giuria per l'ambito premio letterario e se addirittura mi troverò a fare il tifo per la Ciabatti il 14 giugno, quando sarà scelta la cinquina di finalisti.
Per adesso so che il romanzo di Matteo Nucci ha il suo perché ma non mi piacerebbe che vincesse e non so nemmeno se questo è l'anno della Mondadori ("La più amata" ne porta l'etichetta.) Battutaccia a parte, vedremo.

Anzi, estendo anche da qui l'invito che già ieri Sandra ha fatto nel suo blog: sarà gradita la compartecipazione alla lettura di altri che vogliano avventurasi, tanto se non avete difficoltà con i lettori digitali, con un click potete avere il vostro comodo eBook in pronta lettura.
Che dite? Ci siete? Iara sì, ieri si è unita a noi.

L'idea è di tenere il blog aggiornato sullo stato di avanzamento della lettura, che avverrà senza impegni né scadenze.
Le chiacchiere letterarie saranno nel blog di Sandra, ilibidisandra, in quei giorni ne farò un rimando anche qui e poi... boh, poi vediamo come andrà.
Intanto io ho cominciato a leggere il libro e già avrei qualcosa da dire (non da ridire) sulla copertina.
Ne riparliamo?

Buona lettura.

28 commenti:

  1. Ottima presentazione, grazie.
    Il primo aggiornamento da me sarà venerdì sera.
    Sandra
    ps. la copertina mi piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A venerdì sera, dunque.
      Sulla copertina siamo d'accordo. 😉

      Elimina
  2. Bell'idea! Peccato che ho appena fatto scorta al salone e ne avevo ancora in attesa.
    Mai dire mai però

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco: smaltire il malloppo librario è un bel casino!

      Elimina
  3. Parteciperei volentieri, ma ora ho tantissime letture in corso d'opera. Quello della Ciabatti è in wish-list ma non credo che il suo acquisto sarà immediato, perché ci sono altre opere che ora mi intrigano di più. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari ti farai già un'idea leggendo le nostre impressioni. Solo osservazioni che non rovinino il gusto della lettura, però, eh.

      Elimina
  4. Che idea fantastica! Seguirò sicuramente questa vostra serie gemellare su Teresa Ciabatti, Anch'io però ho uno scaffale pieno di libri in attesa che mi osservano minacciosamente, e se si aggiungesse pure La più amata secondo me mi arriverebbe una salva di proteste e fischi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perché con quel titolo si aggiungerebbero anche vagonate di gelosia da parte degli altri libri. 😄

      Elimina
  5. Cioè, scusa?!?
    Dopo un post sulla ripetitività dei blog in cui ci hai scartavetrato le noci a nastro, arrivi fresca e bella con una idea copiata paro-paro dal blog di Helgaldo, cioè una lettura condivisa???

    Non ti sembra di essere un po' in contraddizione???

    P.S.: :-D
    P.P.S.: :-D :-D :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le buone idee di esportano sempre. L'intelligenza sta nel riconoscerle prima di attuarle.
      Non ti unisci per ripeterti anche tu, come con Melville?

      Elimina
  6. Bella l'iniziativa, secondo me le letture condivise portano sempre accrescimento, anche e forse soprattutto se i libri non ci convincono.
    E per non contraddirmi, non leggerò il romanzo della Ciabatti, ché mi irrita a vedere la sola copertina, titolo incluso e pure le poche cose che ne ho letto XD Muahahahah!
    Non riuscirei per impegni vari ;) Ma è vero che non ispira :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi lei, diciamolo, non è poi tutta questa gran simpatia (da come l'ho vista io, in un paio di interviste.)
      La storia... uhm, invece, a me aveva incuriosito prima di accettare la proposta di Sandra di leggerlo insieme. Qualcosa che mi stupisce c'è e ne parlerò. Eppure, qualche volta mi piacerebbe vederti alle prese con una lettura che non ti piace per niente, per sentirtene dire peste e corna. Sai che spasso! Nella tua libreria sono tutti tuoi tessssori! 😂

      Elimina
    2. E invece... c'è il post la lettura brutta XD Credo di aver dato per l'eternità XD
      Vedo che non lo hai commentato, mo' ti passo il link :D
      Sappi che ho distrutto un classico che piace a tutti o quasi ^_^ (Spiego > non nel suo valore di classico, mai mi permetterei!!!)

      Elimina
    3. Teresa io l'ho conosciuta e mi è piaciuta molto, ma si è creato questo fronte compatto, pensa che ha dovuto chiudere il suo profilo FB per gli attacchi subiti, per ci è chiaro che poi certe immagini arrivino dappertutto e lei ne esce come ne esce magari male. Sandra

      Elimina
    4. Non sapevo nulla di attacchi personali :O Io ho soltanto letto recensioni e opinioni sul libro, diametralmente pro o contro!

      Elimina
    5. Anche a me fa l'effetto che fa a Glò.
      La Ciabatti è stata spesso menzionata in giro con evidente volontà di pubblicizzare il suo libro, che mi incuriosisce ma allo stesso tempo non attira.

      Elimina
  7. Passo. Però vi leggo. Vediamo un po' cosa succede, mi attira di più la parte dei commenti che il libro 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passa passa, neanch'io so come andrà a finire, ma il libro ha un buon inizio.

      Elimina
  8. L'idea è buona, ne feci lunga esperienza negli anni del forum ed era veramente bello commentare in corso di lettura e poi alla fine.
    Questa volta mi pongo come spettatrice. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere, ti devo dire, tutto quello che è nominato per i premi importanti incontra la mia curiosità: ho letto molti vincitori, spesso mi hanno deluso i pluriapprezzati, vedi "La solitudine dei numeri primi" e mi sono invece piaciuti i più criticati, vedi "La ferocia". Non so che fine farà questo della Ciabatti, ma se beccherà lo Strega vorrò capire se a torto o a ragione.

      Elimina
  9. Prima che ne parlasse Sandra nel suo blog avevo letto un articolo su questo libro e già la trama mi aveva attratto, lo leggerò, spero entro l'estate anche perché ne ho già diversi in corso...concordo sulla copertina, molto bella!

    RispondiElimina
  10. Seguirò con curiosità sia te che Sandra nell'impresa in cui vi siete tuffate, ma al momento non vi farò compagnia, sigh.

    RispondiElimina
  11. Eccomi! Mi sono lanciata nella lettura e ho terminato la prima parte. Probabilmente, sarei arrivata anche più avanti se non stessi leggendo anche altro. Per le mie considerazioni attendo il post sul blog di Sandra.:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho altre letture in corso e sono quella più indietro. Ma recupero: ci vediamo stasera dopo le 19 da Sandra. 😉

      Elimina
  12. Un'idea davvero stuzzicante. So che vi siete divertite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stato interessante: libro ed esperienza condivisa. Magari la prossima volta ti unisci! 😉

      Elimina