sabato 30 marzo 2019

Giornata tipo



Oggi mi sono svegliata con una gran voglia di scrivere.












Sistema la stanza dei ragazzi












Rifai i letti


















Metti la roba a lavare













                                     Lava la roba 













Stendi la roba



PAUSA





Passa la scopa elettrica




Lava il pavimento





Svuota la lavastoviglie



CHE SI MANGIA OGGI?



Ore 12:30: MANCA IL PANE!

...
...
...




Oggi mi sono svegliata con una gran voglia di scrivere. 

Mi è passata! 😖














27 commenti:

  1. Povera Marina come ti capisco. Io però ho optato per un giorno a settimana in cui di letti, camera e aspirapolvere nella loro stanza se ne occupano loro. Anche se devo dire la verità, il letto gli tocca ogni mattina prima di andare a scuola. Sono diventata un po' talebana, ma ero stufa di entrare in quello zoo e lustrarlo a lucido per vederlo ritrasformarsi poche ore dopo. Per il resto niente da fare, è la triste routine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I letti, in teoria, se li fanno i miei figli. Dico in teoria, perché in pratica quello che fanno è coprire le lenzuola disfatte con il copriletto. :(
      Una cosa da GALERA! :)

      Elimina
  2. Anch'io stamattina mi son svegliato con una gran voglia di scrivere. Una mezz'oretta la trovo. Forse a mezzanotte... :-O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, a mezzanotte, sono in macchina col tom tom che mi dice dove cacchio devo andare a prendere mio figlio!

      Elimina
  3. Ahahha
    Ho fatto le tue stesse cose, ma senza la lavastoviglie perché, udite udite.. l'ho venduta. 😂😂
    Quando cinque anni fa comprammo questa casa, la lavastoviglie era compresa nella cucina in muratura, ma a me non serviva, quindi l'ho data via e il falegname mi ha realizzato un bel mobiletto da dispensa al suo posto.
    Le vere massaie lavano a mano. Ahahah
    Scherzo. Ma essendo in pochi non sarei mai riuscita a riempirla e mi faceva schifo l'idea di tenere i piatti sporchi per due giorni.
    Per il resto, adesso scrivi, no? 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro pubblico foto sciocche come queste. :) Ero troppo incacchiata e avvilita per non avere potuto dare sfogo alla mia ispirazione e ho scelto di buttare tutto in caciara! Ahahaha!
      Per la cronaca: io ho comprato la lavastoviglie appena i ragazzi sono cresciuti un po', anch'io convinta "massaia" paladina del lavaggio a mano.
      E per la cronaca due: In questo momento sto stirando e continuo a cazzeggiare. :)
      Scrittura seria bye bye!

      Elimina
  4. Devi importi. O non ce la farai mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, la lapidaria voce della coscienza! :)

      Elimina
  5. Anch'io avevo la stessa idea. Invece ho scritto tutto il giorno, sì, ma articoli che ho in consegna per lunedì. :(
    Quindi, finalmente, domani potrò dedicarmi… a quello che hai fatto tu oggi! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In pratica, non ce la scansiamo mai: se non è oggi, è domani! :)

      Elimina
  6. 😂😂😂😂Amica miaaaa!!! Come ti capisco... Ne abbiamo pure parlato! Che fare??? Procurarsi tanto denaro e dotarsi di colf e cameriere! Bello sognare 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, infatti, è cambiata la tipologia dei miei sogni: ma quale pubblicazioni, case editrici, romanzi col pilota automatico... IO VOGLIO COLF, CAMERIERE...E PURE MAGGIORDOMO! :D

      Elimina
  7. Sei una mamma e moglie coscienziosa, può essere un ostacolo alla scrittura. Ma la arricchirà enormemente quando arriveranno le giornate col tempo disponibile ;-)

    RispondiElimina
  8. Capisco la stanchezza, ma senza la routine quotidiana le cose per te sarebbero molto più svilenti... fidati.
    Magari non troveresti neppure quella verve di scrivere che ti motiva tanto in periodi così affaccendati. Adesso hai voglia e non hai tempo, diversamente avresti tempo e non voglia.
    Arriveranno giornate di respiro e avrai modo di accontentare la tua vena creativa. :)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *che ti motiva: che ti anima. Errata corridge.

      Elimina
    2. Cara Void, meno possiamo fare le cose, più ne abbiamo voglia, è proprio vero! Mi hai convinta: tengo routine e creatività. Ozio e vuoto di idee sono una pessima accoppiata. ;)

      Elimina
  9. Come ti capisco Marina! Io mi sveglio con la voglia di scrivere e poi, dopo aver fatto una serie di lavori casalinghi, mi sento del tutto spompata e quindi non scrivo più. Ho scoperto però che se, appena alzata, mi impongo di mettermi lì al pc subito per almeno un paio d'ore, allora la voglia di scrivere rimane. Certo non è facile, soprattutto con i figli da seguire ai quali non si vuol far mancare nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio così, di solito. Però, devo convivere con l'idea di lasciare la casa sotto sopra e di trovarmi comunque tutto da fare quando è ora di pranzo e tornano i ragazzi da scuola e bisogna pensare a pranzo e dopo pranzo. :) Come la metti la metti, è sempre un casino mantenere la concentrazione.

      Elimina
  10. Per fortuna ho il marito in pensione che fa tutto lui in casa, e mi aiuta anche con i vari progetti, tra cui quello dell'università. Comunque, tra una cosa e l'altra, sono diventata la scrittrice del sabato sera! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che meraviglia, Cristina! Mio marito mi aiuta tantissimo, ma certe volte gli dico io di evitare di mettersi in mezzo, perché va per aiutare e "sdirrupa" (diciamo noi!) :DD

      Elimina
  11. ... Vai a scuola... Correggi i compiti... Ah, la rivoluzione è diventata una cosa fantasy in cui il re prima viene decapitato e poi fugge... Scrivo e ammazzo qualcuno lì o ammazzo qualcuno nel mondo reale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un pezzo di carta puoi fare quello che vuoi! ;)

      Elimina
  12. Ah ah ah Meraviglioso. :D
    Io non ho figli e le mie mansioni sono fortemente limitate al lavoro.
    Oltre alle mattine in cattedra, più che altro si tratta di compiti da correggere e infiniti documenti da preparare per il dipartimento di Lettere, oltre che la gestione del giornalino di istituto. Insomma... stiamo messi bene. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, io ho voluto scherzare sulla mia condizione ma credo che tutti siamo stra impegnati in qualcosa, quotidianamente.
      W i pensionati, a sto punto: forse sono gli unici che meritano una reale invidia! :D

      Elimina
  13. Nonostante io lavori, ti capisco uguale. Perché anche se mi sveglio con una gran voglia di scrivere, dalle 9.00 alle 18.30 non si può, si lavora. Se poi c'è la spesa, la palestra, fai il pieno, passa in vari negozi, si finisce col preparare la cena (per quanto la mia sia frugale e veloce) e poi se va bene mi metto a scrivere col portatilino sul divano, tra mail e notifiche, fino alle 00.30. L'orario migliore è la sera, non ti disturba nessuno, poi però la mattina è un dramma... :(
    Lavatrici e pulizie si accumulano tutte al weekend. Riesco a scrivere solo con una pianificazione al millimetro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vado un po' al contrario: nel weekend mi riposo e per me riposare significa scrivere e dimenticarmi di pezze e ramazze. La sera è escluso; provo persino a resistere con gli occhi aperti davanti alla tv, ma alle 22:30 non c'è verso: crollo! (Eri tu che parlavi di vecchiaia,no?:D)

      Elimina